Pillole per un sano spuntino

Pillole per un sano spuntino

colazione

La colazione deve essere considerata come un vero e proprio “minipasto” e la sua composizione in alimenti deve fornire energia di pronta utilizzazione ed energia dilazionata per le ore successive. È fondamentale che il bambino abbia una glicemia sufficiente a sostenere le attività del sistema nervoso. Uno studio condotto negli USA dimostra che i bambini che consumano la prima colazione hanno un indice di attenzione ed un rendimento scolastico più elevato rispetto ai coetanei che non hanno questa abitudine.

Se il bambino rifiuta la colazione è fondamentale mantenere la calma e cercare di evitare che il momento della colazione diventi motivo di sofferenza e di scontro.

Tenendo presente che sarebbe opportuno che la colazione comprendesse latte o yogurt, biscotti o fette biscottate con marmellata o miele, soprattutto in caso di rifiuto, è bene ampliare quanto più possibile la varietà di proposte, lasciando al bambino libertà di scelta.

merenda

Sia la merenda mattutina che quella pomeridiana devono essere considerati degli spezza fame che permettono di mantenere una glicemia adeguata e di arrivare ai due pasti principali (pranzo e cena) con una fame ragionevole.

merenda mattutina

L’ideale è una merenda che contenga carboidrati, proteine e grassi perché questo abbinamento mantiene più a lungo il senso di sazietà evitando i morsi della fame all’avvicinarsi dell’ora di pranzo. Un piccolo panino (circa 40-50 g di pane, preferibilmente integrale) con affettato (prosciutto crudo, speck, prosciutto cotto, fesa di tacchino, eccetera) o formaggio spalmabile è un ottimo esempio di merenda. Gli affettati sono da privilegiare agli insaccati (mortadella, salame, eccetera) ma occasionalmente vanno assecondate anche le richieste dei bambini. Nessun alimento va demonizzato e ogni tanto anche una porzione di pizza, pur non essendo l’ideale, può costituire una merenda.

Attenzione ai quantitativi. Merende troppo abbondanti o con componenti difficili da digerire (frittata, maionese, eccetera) abbassano il livello di concentrazione e di attenzione del bambino.

merenda pomeridiana

Per la merenda pomeridiana rimangono validi i consigli della merenda mattutina e potendo consumare in casa la merenda si può ampliare la scelta proponendo, oltre al panino, latte e cereali, yogurt e cereali, frullati di latte e frutta, ricotta con scaglie di cioccolato.

Se il bambino pratica un sport tipo calcio, nuoto, ciclismo, che richiede un elevato dispendio energetico, è opportuno includere nella merenda zuccheri semplici di pronto utilizzo. Un buon abbinamento potrebbe essere: pane e miele, una spremuta di arancia o pane e marmellata, una spremuta di arancia o pane e cioccolata spalmabile, una spremuta di arancia o latte e biscotti o un gelato o yogurt con cereali al miele. Indipendentemente dalla scelta è consigliabile aggiungere una banana che, grazie al suo elevato contenuto di potassio aiuta a prevenire i crampi.


Caterina Boccali si è specializzata in “Scienza dell’Alimentazione” presso l’Università La Sapienza di Roma con tesi sperimentale su: “Interventi per la prevenzione dell’obesità: razionale e metodologia”, relatore: dr. F. Branca, svolta presso l’istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e la Nutrizione.
Esperta di Dieta a Zona e di Dieta del Supermetabolismo, realizza schemi alimentari personalizzati tenendo conto sia degli aspetti psicologici che dell’esigenze pratiche dell’individuo.

Ha ricevuto incarichi professionali presso l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione partecipando ad alcuni programmi di ricerca come:

- “criteri di valutazione del rischio igienico sanitario di contaminanti dell’acqua potabile e della dieta in popolazioni non omogenee per esposizione e vulnerabilità” e presso l’Istituto Superiore di Sanità partecipando ad alcuni programmi di ricerca come:

- “valutazione del rischio associato al consumo di alimenti contenenti sostanze tossiche”.

Dal 2002 ad oggi collabora come nutrizionista presso lo Studio Medico Associato (Dott. Giorgetti Francesco, Dott. Moschini Fausto, Dott. Orsini Federici Sabatino) di Deruta.
Dal 2003 ad oggi collabora come nutrizionista presso lo Studio Medico Associato (Dott. Bernardini Pietro, Dott. Ciancuto Cesare, Dott. Sensini Giorgio, Dott. Silvestrelli Luciano, Dott. Ferretti Mauro) di Amelia.
Dal 2011 ad oggi collabora come nutrizionista presso il Centro Benessere Elisir di Marsciano.

La Dott. Boccali è reperibile al numero 349.5343853 e contattabile all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.